Produttività Personale - Comprendi il tuo ritmo di lavoro ottimale

Produttività

[←Torna all'indice]

GUIDA ALLA PRODUTTIVITÀ - Suggerimento #2

produttività personale - comprendi il tuo ritmo di lavoro ottimale

Per migliorare la tua concentrazione ed efficacia è indispensabile trovare uno stile di lavoro ottimale, non ne esiste uno migliore di un altro, il migliore per te è semplicemente quello che fa per te. 

Esistono però alcune strategie per trovare il proprio ritmo:

 

Tecnica del Pomodoro

Questa è una tecnica piuttosto popolare, soprattutto nell’ambiente tecnologico. Consiste nel suddividere le sessioni di lavoro in blocchi da 30 minuti, ovvero 25 minuti di lavoro + 5 minuti di pausa = 1 Pomodoro.

Una volta completati quattro pomodori (4 sessioni di 25 minuti più pause di 5 minuti), puoi fare una pausa più lunga di 15-30 minuti.

 

Intervalli di 90 minuti

Il ricercatore Nathan Kleitman, nei suoi studi sul sonno e sulla concentrazione, ha rilevato che i nostri corpi e il nostro cervello lavorano in cicli di 90 minuti circa. Questi intervalli di 90 minuti sono il momento di picco della nostra concentrazione e della nostra produttività, seguiti da una fase a energia più bassa di 20 minuti.

Per rispettare questo nostro ritmo naturale l’ideale è lavorare in blocchi di 90 minuti, seguiti da una pausa di 20 minuti.

 

Tecnica 52-17

Uno studio statistico condotto dal gruppo Draugiem su 2500 lavoratori ha rilevato che il rapporto ideale tra lavoro/pausa è 52/17: in altre parole è stato rilevato che le persone più produttive generalmente alternano fasi di lavoro di circa 52 minuti a fasi di pausa di circa 17 minuti.

 

Trova il tuo stile

Se nessuno dei modelli precedenti si adatta al tuo stile di lavoro, fai qualche esperimento e definisci il tuo programma. Non è necessario attenersi a tecniche “codificate”, ciò che è importante è trovare un proprio equilibrio.

Ricordati infine che fare delle pause tra diversi lavori è molto importante per ricaricare la propria mente: cerca di fare qualcosa di energizzante come una passeggiata all’aria aperta.

Ciò che è importante comprendere è che è impossibile ottimizzare la propria produttività personale senza considerare il concetto di pausa: per un freelance che voglia essere davvero produttivo è fondamentale capire come alternare momenti di oncentrazione totale a momenti di pausa e relax.
 

software produttività



Naviga la guida

 


software produttività



Articoli del blog correlati: