Produttività Personale - Tieni a bada le distrazioni

Produttività

[←Torna all'indice]

GUIDA ALLA PRODUTTIVITÀ - Suggerimento #3

produttività personale - tieni a bada le distrazioni

Le distrazioni sono OVUNQUE e se non stai attento ti rovineranno l'intera giornata lavorativa. Ecco perché se vuoi massimizzare la tua produttività è importante proteggere le tue preziose ore in modo che tu possa effettivamente lavorare sulle cose che hai pianificato di fare.

Ci sono tre tipi di distrazioni a cui potresti essere esposto durante il tuo lavoro:

  • Strumenti di comunicazione
  • Altre persone
  • Distrazione interna

 

Strumenti di comunicazione

Gli strumenti di comunicazione sono Internet, e-mail, telefono, chat e social media. Anche se fanno parte di una moderna giornata di lavoro e il loro scopo potrebbe essere buono, possono anche essere un'enorme fonte di distrazione.

Per iniziare a controllare queste distrazioni devi stabilire dei confini chiari.

Ad esempio, imposta da due a tre finestre temporali con una durata di 15-30 minuti al giorno in cui gestisci tutte le attività relative alla comunicazione, sia che si tratti di chiamate, di controllo delle e-mail o di interazione sui social media.

Una volta trascorso il tempo predeterminato, chiudi l'applicazione (e-mail, social media, chat) e riaprila solo nella finestra temporale successiva. 

Ah, importantissimo: mentre lavori tieni il telefono silenzioso e con il display rivolto verso il basso.

Ovviamente, questi limiti così rigorosi potrebbero non funzionare per tutti, dipende naturalmente dal lavoro che svolgi. Cerca in ogni caso di attenerti il più possibile a quanto detto.

 

Altre persone

Un'altra fonte di distrazione è la gente con cui lavori. Se lavori da casa, le interruzioni potrebbero essere causate dai tuoi familiari e se lavori in ufficio, potrebbero essere i tuoi colleghi.

Per controllare questo tipo di distrazione, puoi fare tre cose:

  • Richiedi esplicitamente di "non disturbare"
  • Cambia posizione
  • Usa le cuffie

Il primo modo è appunto chiedere esplicitamente agli altri di lasciarti tranquillo per poterti concentrare al meglio su ciò che stai facendo.

Se invece lavori da casa, parla con i tuoi familiari e fai sapere loro che in detemrinati orari farai un lavoro per cui è necessaria molta concentrazione. Puoi anche lasciare una nota sulla maniglia della porta.

Se hai già fatto questa richiesta un paio di volte ma non hai avuto alcun effetto sulle tue condizioni di lavoro, non perdere tempo ad arrabbiarti con gli altri: passa al metodo successivo.

Il secondo modo di affrontare le distrazioni è cambiare la postazione di lavoro. Se lavori in un ufficio e vuoi concentrarti completamente su ciò che devi fare, puoi prenotare una sala riunioni tranquilla. Inoltre, se ti è consentito, potresti lasciare temporaneamente l'ufficio per svolgere il tuo lavoro altrove se non è disponibile una sala riunioni.

Se lavori da casa, vai in un'altra stanza più tranquilla e lontana dalle attività domestiche dei tuoi familiari. Puoi inoltre decidere di uscire di casa lavorare in un altro luogo.

Comprendere che il lavoro non sempre richiede una scrivania è molto importante perchè spezza un nostro pregiudizio cognitivo. La verità è che al giorno d’oggi molti lavori possono essere eseguiti ovunque ci sia una connessione:

  • In una caffetteria
  • In una biblioteca pubblica
  • All’aria aperta

Infine, come ultimo suggerimento, se vuoi mantenere la concentrazione metti delle cuffie alle orecchie.

I benefici sono tre: puoi ascoltare della musica che aumenta il tuo focus (brain.fm, white noise, binaural, etc.), isolano dal rumore circostante ed inoltre la gente ti lascia in pace perchè pensa che sei in una conference call.


Distrazione interna

C'è un ultimo tipo di distrazione che ci fa perdere la bussola, e spesso questa è la più difficile da tenere a bada: la distrazione interna. Consiste fondamentalmente in tutti quei pensieri e quelle idee estemporanee che ci interrompono mentre stiamo lavorando.

“Avrò chiuso la porta a chiave?”

“Stasera avrei voglia di cinema, chissà cosa danno”

E mille altri esempi del genere.

Prima di tutto, per combattere la distrazione interna, assicurati di dormire a sufficienza. Più ti senti stanco, più è facile che la tua mente inizi a vagare.

Inoltre, inizia a coltivare internamente la presenza mentale nel qui-e-ora: ovvero sii presente a te stesso qualsiasi cosa tu faccia. In parole povere, se stai lavorando, lavora. Un vecchio detto cinese recita “Se lavi il riso, lava il riso”.

Infine, sviluppa al più presto l'abitudine di annotare tutti questi pensieri e idee su un foglio. Ogni volta che, nel mezzo di un lavoro, vieni sorpreso da un pensiero o un’idea che ti distrare, fermati qualche secondo e mettilo nero su bianco.

Una volta che la giornata lavorativa sarà finita potrai elaborare questo documento e capire quali di questi pensieri ha senso tenere in considerazione (spesso e volentieri, meno del 20%).

 

software produttività