Matrice decisionale di outsourcing

Come decidere se realizzare un lavoro in-house o se esternalizzare

Come decidere quali attività esternalizzare e quali invece tenere in-house? L'outsourcing può avere un impatto significativo sui profitti: può ridurre le spese generali, portare nuove competenze alla tua azienda e liberare il tuo tempo per attività importanti. Tuttavia, ci sono anche dei rischi: potresti perdere il controllo di informazioni proprietarie o ritrovarti con prodotti o servizi che non soddisfano gli standard di qualità della tua organizzazione. In questo articolo, vedremo come utilizzare la Matrice decisionale di outsourcing per identificare quali attività o processi dovresti mantenere internamente e quali puoi affidare all'esterno in sicurezza.

 


Indice dei contenuti

 

Cos è la matrice decisionale di outsourcing?

La matrice decisionale di outsourcing identifica i due fattori più importanti da considerare quando si pensa di esternalizzare un'attività:

  • L'importanza strategica del compito. L'attività in questione offre alla tua organizzazione un vantaggio competitivo?
     
  • L'impatto dell'attività sulle prestazioni operative. Quanto contribuisce l'attività al buon funzionamento della tua organizzazione? E quanti disagi causa se è fatto male?

 

MATRICE DECISIONALE OUTSOURCING
Figura - La matrice decisionale di outsourcing

 

La matrice è suddivisa in quadranti, come segue:

  • Alleanza strategica. Alcune attività sono strategicamente importanti, ma contribuiscono poco alle prestazioni operative, quindi potrebbero essere esternalizzate in modo sicuro a un partner di fiducia. Un'alleanza strategica è una buona opzione per questi tipi di compiti. In un'alleanza, i partner condividono il controllo sul processo e lavorano insieme, ma rimangono indipendenti. Ad esempio, una software house potrebbe formare un’alleanza strategica con uno studio di design, così da rimanere strettamente coinvolta nella progettazione delle interfacce lasciando poi la realizzazione allo studio specializzato.
     
  • In-house. Le attività in questo quadrante sono di grande importanza strategica e hanno un grande impatto sulle prestazioni operative. Conserva queste attività internamente, in modo da mantenere il massimo livello di controllo. Per la nostra software house, l’intero processo di sviluppo software è strategicamente critico ed è consigliabile che lo mantenga completamente in house: è infatti la competenza chiave dell'organizzazione e fornisce un enorme contributo al mantenimento del vantaggio competitivo.
     
  • Outsourcing. Le attività in questo quadrante sono importanti per ottenere prestazioni operative di successo, ma non strategicamente importanti. Queste sono le attività ideali da esternalizzare, perché implicano davvero pochi rischi. Ad esempio, la software house potrebbe affidare la stesura dei materiali di marketing ad un’agenzia specializzata, la creazione di illustrazioni ad un artista freelance e la traduzione in più lingue ad un pool di esperti traduttori. Tutte queste attività non sono una fonte di vantaggio competitivo, ma influiscono (e molto) sulle prestazioni operative. Ad esempio, se i traduttori sono in ritardo, alcuni utenti potrebbero lamentarsi del gap di performance dovuto ai testi non completamente tradotti.
     
  • Eliminare. Alcune attività non sono importanti per la strategia complessiva dell'organizzazione e non contribuiscono in modo significativo alle prestazioni operative quotidiane. È forse il caso di eliminare completamente queste attività. Tuttavia, considera il potenziale impatto dell'abbandono di un'attività, poiché potrebbe essere ancora importante per il tuo team o organizzazione. 

 

 

Come utilizzare la matrice decisionale di outsourcing

Quindi, ora che abbiamo visto il significato di ogni quadrante della matrice, vediamo come puoi usarlo per determinare se e come dovresti esternalizzare un'attività.

 

1. Identifica l'importanza strategica dell'attività

Analizza l'importanza strategica dell'attività per la tua attività. È vitale per il vantaggio competitivo della tua azienda? Fa parte di ciò che rende unica la tua attività? Ha un ruolo importante nella scelta dei tuoi prodotti o servizi da parte dei tuoi clienti rispetto a quelli dei tuoi concorrenti?

 

2. Identifica il contributo dell'attività alla prestazione operativa

Decidi quanto sia importante questa attività per la gestione quotidiana della tua azienda. Le tue operazioni "si bloccheranno" se vengono eseguite male o non vengono eseguite affatto?

 

3. Inserisci l'attività nella matrice

Quando hai capito dove si trova il tuo compito o processo sull'asse verticale di importanza strategica e sull'asse orizzontale delle prestazioni operative, puoi inserire l'attività sulla matrice. Il quadrante in cui l’attività ricade ti darà una forte indicazione se dovresti esternalizzarlo, mantenerlo, eliminarlo o formare un'alleanza strategica.

Naturalmente, questo è solo un punto di partenza per la tua decisione di esternalizzazione. Devi considerare attentamente ogni situazione e utilizzare la conoscenza specialistica tua e della tua organizzazione, dei tuoi fornitori e del tuo settore nel suo complesso per giudicare ogni situazione in base ai propri meriti.

 

 

Matrice di outsourcing: conclusioni

La matrice decisionale di outsourcing è un buon punto di partenza per prendere decisioni sull'opportunità o meno di esternalizzare le attività nella tua azienda.

Le attività strategicamente importanti per la tua organizzazione dovrebbero generalmente essere tenute internamente. Ciò consente ai leader di controllare i processi più vitali.

Le attività che devono essere svolte affinché un'organizzazione sia operativamente efficace, ma che non sono importanti per la strategia generale, possono spesso essere esternalizzate in modo sicuro.

Per compiti strategicamente importanti ma operativamente insignificanti, potresti trarre vantaggio dalla formazione di un'alleanza strategica con un fornitore esterno.

Continua la lettura con

Come rispettare le scadenze senza stress

Spesso le scadenze sono fonte incessante di pressioni e preoccupazioni. Tuttavia, le scadenze sono fondamentali per raggiungere i propri obiettivi: vediamo coma rispettarle senza stress

Analisi SWOT VS Analisi PEST

L'analisi SWOT si riferisce a punti di forza, debolezze, opportunità e minacce. L'analisi PEST si riferisce a fattori politici, economici, sociali e tecnologici che influenzano l'ambiente aziendale.

Gestire al meglio i cicli di lavoro: quando manca e quando è troppo

Il lavoro da autonomo è per sua natura altalenante, ci sono cioè dei momenti di piena e ci sono altri momenti di secca: vediamo insieme come affrontare le ondate di lavoro senza restare sommersi.