OFFERTA LIMITATA! Ottieni un esclusivo ABBONAMENTO LIFETIME a Taskomat™ per soli 49€ - CLICCA QUI PER ULTERIORI INFO Disponibili 55/100

Analisi di scenario

Osservare il futuro da diversi angoli per prendere decisioni migliori

Immagina di dover prendere una decisione davvero importante. Si tratta di una decisione che potrebbe influenzare la tua vita personale o determinare il futuro della tua attività. Hai analizzato i numeri e hai esaminato i dati: tutto sembra a posto… tuttavia, hai paura di ciò che potrebbe andare storto. Nessuno ha una visione infallibile del futuro e, anche se i tuoi istinti sono buoni, i risultati che prevedi potrebbero essere interrotti da una serie di fattori diversi. D'altra parte, le cose potrebbero andare molto meglio di quanto ti aspetti! In questo articolo, vediamo come utilizzare l'analisi di scenario per prendere migliori decisioni e per prevederne i risultati.

 

 


Indice dei contenuti:


 

Analisi di scenario: diverse tipologie di scenari

Cosa significa fare analisi di scenario? Mettere in discussione le tue ipotesi sul futuro e basare le tue decisioni e strategie sui risultati più probabili. In questo modo è possibile prendere decisioni più in linea con le circostanze, anche se poi le circostanze cambiano.

Quali sono questi “risultati più probabili”? L'autore aziendale Peter Schwartz, uno dei pionieri del pensiero di scenario, ha identificato i seguenti scenari comuni:

  • Evoluzione: tutte le tendenze continuano come previsto. Le cose si muovono dolcemente verso un punto finale prevedibile.
  • Rivoluzione: un nuovo fattore dirompente cambia radicalmente la situazione.
  • Cicli: tutto scorre e tutto torna. Il boom segue il fallimento, che segue il boom dopo il fallimento.
  • Espansione infinita: continuano le tendenze entusiasmanti. Pensa all'industria dei computer negli anni '50.
  • Lone Ranger: il trionfo dell'eroe solitario contro le forze dell'inerzia.
  • Generazione: i cambiamenti nella cultura e nella demografia influenzano la situazione.

Sebbene gli scenari di Schwartz possano non essere tutti pertinenti alla tua situazione o alla tua attività, forniscono un utile punto di partenza per ideare il tuo.

L'analisi dello scenario viene spesso utilizzata per la pianificazione delle crisi. Immaginando una serie di scenari negativi, puoi affrontare le tue paure in modo realistico e prepararti al peggio.

Ma puoi anche applicare l'analisi dello scenario in modo positivo. Immaginare una gamma di possibili futuri incoraggia la curiosità e l'innovazione all'interno di un quadro che consente di valutare e ridurre al minimo i rischi potenziali.

Puoi utilizzare l'analisi dello scenario anche per decisioni importanti nella tua vita personale. Ad esempio, potresti pensare di risparmiare per comprare una casa più grande. Oppure potresti usare l’analisi di scenario in combinazione con un'analisi SWOT personale per decidere una nuova direzione di carriera.

 


 

Come utilizzare l'analisi dello scenario

Per utilizzare l'analisi dello scenario, segui questi cinque passaggi:

 

Definisci il problema

Per prima cosa, decidi cosa vuoi ottenere o definisci la decisione che devi prendere. Quindi considera la tempistica in cui si verificherà. Ciò dipenderà dalla scala del piano che desideri esaminare.

Ad esempio, se vuoi che la tua organizzazione raggiunga una certa dimensione nei prossimi cinque anni, puoi utilizzare l'analisi di scenario per esplorare cosa potrebbe riservare il futuro in questo periodo.

 

Raccogli dati

Successivamente è opportuno identificare i fattori chiave, le tendenze e le incertezze che possono influenzare il tuo piano. Se questo è su larga scala, potresti trovare utile fare un'analisi PEST del contesto politico, economico, socio-culturale e tecnologico in cui verrà implementato.

Dopo aver eseguito la tua analisi, identifica i presupposti chiave da cui dipende il tuo piano. Ad esempio, potresti aver identificato i seguenti fattori come importanti:

  • Lo stato dell'economia
  • L’andamento del mercato
  • Il costo del lavoro

 

Separare le certezze dalle incertezze

Potresti essere fiducioso in alcune delle tue ipotesi e potresti essere sicuro che alcune tendenze continueranno in modo prevedibile.

Tuttavia, tieni presente che in condizioni economiche instabili, le certezze possono essere difficili da trovare. E cerca di evitare pregiudizi inconsci a favore di determinati presupposti, analizzando potenziali punti ciechi nel tuo pensiero. Per approfondire, puoi leggere il nostro articolo sui bias cognitivi nel decision making.

Quando li hai sfidati in modo appropriato, adotta queste tendenze come le tue "certezze" e  separale dalle "incertezze": tendenze che possono o meno essere importanti e fattori sottostanti che possono o meno cambiare. 

Elenca queste incertezze in ordine di priorità, con le incertezze più grandi e significative in cima all'elenco.

 

Sviluppare scenari

Ora, partendo dalla tua principale incertezza, prendi un risultato moderatamente buono e uno moderatamente negativo e sviluppa uno scenario attorno a ciascuno che combini le tue certezze con il risultato che hai scelto.

Quindi, fai lo stesso per la tua seconda incertezza più grave. C'è del pensiero laterale coinvolto in questo passaggio e devi essere in grado di abbozzare una probabile catena di causa ed effetto.

Ad esempio, potresti preparare i seguenti scenari:

  • Sta andando tutto bene: l'economia cresce costantemente nel quinquennio con solo lievi rallentamenti.
  • Rallentamento economico: verso la fine del periodo, uno shock dei prezzi delle materie prime spinge l'economia in una lieve recessione. Molti clienti decidono di non acquistare fino a quando le cose non si risolvono.
  • Intensificazione della concorrenza: un nuovo concorrente entra nel mercato. 

 

Utilizzare gli scenari nella pianificazione

Ora puoi utilizzare questi scenari come parte della tua pianificazione, prendendo le decisioni che devi prendere tenendo d'occhio i rischi e o benefici più probabili.

Ad esempio, dopo aver esaminato i possibili scenari, potresti notare che ci sono delle opportunità di crescita per l'azienda a medio termine, ma anche dei rischi di cassa. In questo caso, potresti decidere di utilizzare un mix di dipendenti e freelance per  espandere rapidamente l'attività e ottenere maggiore flessibilità e resilienza.

Quando identifichi le tendenze, fai attenzione a basare la tua valutazione su prove piuttosto che su supposizioni. E assicurati che le tendenze che identifichi abbiano basi sicure. Molte tendenze sono indebolite da fattori economici e sociali più ampi.

 

 

Analisi di scenario: punti chiave

L'analisi di scenario può aiutarti a prendere decisioni migliori o a pianificare la tua strategia aziendale, mettendo in discussione le tue ipotesi sul futuro. L'esplorazione di una serie di scenari alternativi consente di identificare i potenziali rischi e pianificare come contrastarne o mitigarne l'impatto.

Per utilizzare lo strumento, segui questi cinque passaggi:

  1. Definisci il problema.
  2. Raccogli dati.
  3. Separa certezze dalle incertezze.
  4. Sviluppa scenari.
  5. Usa gli scenari nella tua pianificazione.

Continua la lettura con

Come creare un personal brand

Se sei un libero professionista, dovrai prenderti anche tu tutto il tempo necessario per sviluppare la tua personal brand strategy. In questo articolo vediamo insieme i dieci passaggi che ti aiuteranno ad impostare e sviluppare correttamente una brand strategy di successo per la tua attività.

Analisi SWOT VS Analisi PEST

L'analisi SWOT si riferisce a punti di forza, debolezze, opportunità e minacce. L'analisi PEST si riferisce a fattori politici, economici, sociali e tecnologici che influenzano l'ambiente aziendale.

Analisi SOAR: cos'è e come si fa

L'analisi SOAR ti spinge a considerare i punti di forza attuali e potenziali della tua organizzazione, in modo da creare una visione condivisa del futuro. In questo articolo vediamo in dettaglio come si fa.